Oggi un ragazzino di diciott’anni, lavoratore stagionale a Gardaland, è morto sul lavoro. Schiacciato da un vagone della monorotaia che porta milioni di turisti in giro per il parco.

Gardaland non è stata chiusa, anzi, ha continuato imperterrita il lavoro.

"Mi vergogno quasi a dirlo, davanti a questa tragedia c’è stata gente che ci ha chiesto il rimborso del biglietto d’ingresso perché l’attrazione era chiusa, anche dopo avere saputo il motivo" – ha riferito sconsolato Aldo Vigevani, ad di Gardaland.

Diogene cercava l’Uomo con il lanternino. Spero che l’abbia trovato lui, perché io vedo solo bestie.

Annunci