A quella brutta deficiente dell’attuale Ministra delle Pari Opportunità, Maria Rosaria Cafragna, che qualche giorno fa aveva dichiarato di non sentirsi affatto in dovere di difendere i gay che – a suo dire – non sono per niente discriminati, suggerirei di leggere qualche giornale degno di tale nome, ogni tanto, tra un "Oggi" e un "Cioè".
I gay sono discriminati, eccome. Non solo: a volte vengono minacciati di morte ed aggrediti a coltellate dai loro stessi genitori. È successo due volte in una settimana, nella nostra cara Italia.
Cafragna, torna a darti al porno, vedrai che ti riesce meglio che fare la ministra.

Annunci