Ogni volta che vedo qualcosa di simile, mi vengono i brividi.

Sapete tutti la scarsa stima che ho per la capacità di giudizio politico degli americani (e i vari amici che ho lì sono, purtroppo, la riprova di ciò), ma c’è una cosa che invidio loro tremendamente, ed è la capacità che hanno di commuoversi pensando al proprio Paese.


Lo so, questo loro patriottismo è esattamente ciò che li porta a compiere tutte le loro poor choices. O peggio ancora, a non scegliere proprio, e a lasciarsi scegliere (Faber, dove sei?). Eppure il loro sentimento di fronte a una canzone come quella è qualcosa che non posso fare a meno di invidiare.

Annunci