Avevo scritto due cazzate su una pubblicità carina vista qui in Spagna, e che parlava di calcio, ma visto quello che è successo a Catania – di cui non ero al corrente fino a ieri sera – ho deciso di cancellare tutto.
Chi mi conosce bene mi ha più volte preso in giro per la mia decisione di smettere di tifare calcio, prima ancora che scoppiasse lo scandalo di calciopoli. Già allora avevo visto che tifare non ha nessun senso; oggi come oggi, posso solo aggiungere che spero che tutti coloro che, in uno stadio, lanciano fumogeni, insultano, minacciano, commettono atti di violenza, picchiano, uccidono, distruggono, possano soffrire le pene dell’inferno in qualche posto e in qualche luogo, o che finiscano ad assaggiare come si sta in un carcere,

o vi si sfaccia la casa
la malattia vi impedisca
i vostri nati torcano il viso da voi.

Annunci