Consiglio a tutti di guardare il video dell’esecuzione di Saddam Hussein. Guardate bene gli occhi di quella persona prima di morire, guardate il suo volto, guardate le mosse dei carnefici e l’esultanza dei presenti.
Poi spegnete il computer, uscite di casa e fatevi una passeggiata, e pensate a quello che avete appena visto. E ditemi voi se è possibile ammazzare una persona.
Il mio stato d’animo attuale, dopo aver visto quelle immagini, è di totale sconforto, non riesco nemmeno a descrivere l’indignazione che provo. Uccidere un assassino significa porsi al suo livello, passare necessariamente e senza dubbio dalla parte del torto. Nessuno può permettersi di farlo, men che meno uno Stato.
Saddam, prima che un criminale e un dittatore, era una persona. E non è stato ucciso il dittatore, è stato ucciso il prigioniero inerme.

Annunci