Ogni volta che vado su Repubblica.it trovo notizie peggiori sul mio paese, ragion per cui preferisco non parlarne hic et nunc. In un futuro, magari anche molto prossimo, ma oggi no.
Sono ancora impegnato a recuperare dall’ultima nottata: uscita a mezzanotte, arrivo in discoteca (un enorme ex garage trasformato in pista da ballo, con tre bar e soquanti monitor LCD tutt’attorno) verso l’una, con discoteca deserta, si inizia a ballare un po’ verso le 2, ma c’è musica bruttina, poi verso le 2:30 inizia a riempirsi, e quando finalmente, alle 3, il DJ azzecca qualche pezzo bello (soprattutto Gloria Gaynor, ABBA e simili) nel locale si fa fatica a muoversi. Alle quattro e mezza del mattino, stravolti, ci dirigiamo verso casa. Arriviamo alle 5 e decidiamo di farci una spaghettata aglio, olio e peperoncino, poi alle 6 tutti a letto, ovviamente in 4 in un unico letto .
Per chi fosse interessato, ho pubblicato pure qualche foto, che trovate qui.

Annunci