Non sono sicuro di poter resistere un intero anno in spagna. Quando alle quattro di notte ti prendi su dal locale, cascando di sonno e di birra (e non solo quella: da quando siamo qui non c’è stato giorno senza alcool), e saluti gli altri erasmus dicendo che il giorno dopo hai lezione presto, e devi assolutamente dormire un po’, qui la gente ti guarda malissimo e si chiede da dove cavolo vieni per andare a letto così presto…
Per sabato c’è in forse un botellón (una mega-bevuta collettiva in piazza) a Gandia, una cittadina a pochi km da qui. La festa inizia alle 6 del mattino per finire alle 8 del mattino dopo. Molti ci hanno consigliato di andare assolutamente, ma un amico spagnolo – ben più savio – ci ha garantito che non sopravviveremmo alla cosa. Quindi non ci resta che tirare la monetina e decidere il da farsi…
Vi farò sapere se sopravviverò.
Scusate se il tono di questo blog è tanto cambiato, e se ora parlo solo di me, ma il tragico è che in questi giorni ho avuto ben poco tempo e ben poco modo di informarmi su quello che accade nel mondo… A parte palazzine esplose, scandali di intercettazioni, Bin Laden che forse è morto e forse no, le notizie che mi arrivano son tutte piuttosto lontane… Sarà meglio che mi faccia un giro su Repubblica.it!

Annunci