Per il Papa la "differenza sessuale" di uomo e donna "non è un semplice dato biologico" ma esprime la "forma di amore" volta alla "comunione di persone aperta alla trasmissione della vita". Per questo, continua Benedetto XVI bisogna evitare la "confusione" tra il matrimonio e altri tipi di unione "basate su un amore debole". Comcetti esposti davanti ai partecipanti al congresso internazionale promosso dal Pontificio istituto Giovanni Paolo II per gli studi su matrimonio e famiglia. [fonte: www.repubblica.it]
Non riesco a capire come sia. A insegnare il sesso non sono i porno, ma i preti. A insegnare l’amore non sono i poeti, ma i papi.
È come dare a Taricone la cattedra di fisica nucleare al CERN.
E la gente li ascolta. La gente ci crede. La gente mi da del pervertito, dice che il mio è "amore debole", che sono uno schifoso, che sbaglio.
Ratzinger, morirai anche tu.

Annunci