Penso di aver appena assistito ad uno dei film più brutti che siano mai stati girati. Parlo di Il seme della follia, tratto da un romanzo di Stephen King.
Leggendo i nomi sulla locandina si è portati ad immaginarsi qualcosa di meglio. Il protagonista è Sam Neill (quello di Caccia a Ottobre Rosso, Lezioni di piano, Avventure di un uomo invisibile, L’uomo che sussurrava ai cavalli, L’uomo bicentenario, tutta la serie dei Jurassic park…), e tra gli altri interpreti c’è pure Charlton Heston (per chi ha visto Bowling a Columbine, è lui quello stronzo che ha fondato la National Rifle Association; per gli altri, è Ben Hur). Il regista è quel John Carpenter reso celebre da film come La cosa, Avventure di un uomo invisibile, Vampires
E il soggetto, come già detto, è tratto da un libro di Stephen King.
Tutti nomi importanti, non c’è che dire. Bene, peccato che il film faccia letteralmente cagare.
La trama è del tutto inconsistente: non ho letto il libro di King, ma se il film è fedele, allora posso anche risparmiarmi i soldi dell’acquisto. Non c’è né capo né coda, gli eventi si susseguono senza un minimo di filo logico, e lo spettatore non è nemmeno stimolato a un tentativo di ricostruzione, perché non c’è proprio nulla da ricostruire. Non ci sono colpi di scena: spesso con i film horror di oggi ci si ritrova a sbadigliare; questo è uno dei pochi che fanno veramente dormire. Non c’è un solo momento, nemmeno uno, in cui ci si senta minimamente presi dalla visione. Non c’è un singolo momento in cui si provi anche solo un brivido freddo sulla schiena. La pelle d’oca viene, sì, ma per il fatto che gli attori fanno veramente pietà: ho visto recitazioni peggiori solo in film trash come Bloodsucking freaks (scusa Filo, ma proprio non m’è piaciuto!). Lo scrittore malvagio si muove con gesti che farebbero ridere persino Harry Potter (che peraltro apprezzo molto), proprio da mago cattivo delle favole. L’attrice co-protagonista sembra una bambola, del tutto inespressiva e inefficace. Il protagonista, il già citato Sam Neill, sembra un pesce four d’acqua. Il risultato è che, dopo i primi tre quarti d’ora di visione, si comincia a guardare l’orologio. Non servono a salvare la pellicola nemmeno gli effetti speciali: i mostri sono ridicoli, tuoni e lampi sono tra i peggiori mai visti (in confronto The Rocky Horror Picture Show mette più paura), e anche gli zombie sarebbero degni di un Dal tramonto all’alba.
Per un film che dura solo un’ora e mezza, devo dire che è uno dei più noiosi che io abbia mai visto. Non sprecate il vostro tempo, lasciatelo perdere!

Annunci