Ieri sera mio fratello ha festeggiato il compleanno invitando a cena da noi la sua (nuova) ragazza. Mia madre si è data da fare, come spesso fa, per preparare un banchetto luculliano (o forse avrei fatto meglio a dire: degno di Trimalchione). La cena è stata molto piacevole, e Diana si è rivelata una ragazza brillante e socievole. Insomma, ha lasciato un’ottima impressione.
Anch’io mi sono goduto appieno la serata, tuttavia poi, ripensandoci, m’ha colto una tristezza piuttosto profonda.
Quando, qualche anno fa, mi sono dichiarato con i miei, rivelandogli che quello che per loro era solo il mio migliore amico era stato in realtà il mio ragazzo (anche se le cose erano, purtroppo, già finite), mia mamma mi ha detto a chiare lettere, tra pianti e grida, che preferirebbe morire piuttosto che vedermi con un ragazzo, piuttosto che avere per casa il mio ragazzo.
E temo che questa cosa non cambierà.
Potrebbe essere il ragazzo più intelligente, brillante, bello, simpatico e comprensivo della storia, ma per mia mamma sarebbe comunque un affronto personale…

Annunci