Bene. State MOOOOOOOOOOOLTO attenti perché oggi l’Azienda Ospedaliera di Parma – Scuola di formazione "BIOS" BLS-D, membro dell’IRC (Italian Resuscitation Council), in seguito a specifico corso specialistico con relativo esame teorico e pratico, mi ha conferito la facoltà di DEFIBRILLARE la gente. Quindi occhio.
Per chi non lo sapesse, la defibrillazione è quel rito di magia nera durante il quale la vittima, in evidente stato di incoscienza, viene collegata con due elettrodi ad una macchina parlante. L’officiante si inginocchia di fianco alla vittima e fa allontanare gli astanti con la frase magica, ripetuta ad libitum: "attenzione, allontanarsi, è pericoloso, mi raccomando non toccate il paziente, allontanatevi, state indietro, allontanate i cani, i gatti e i bambini", accompagnandosi con un eloquente gesto del braccio sinistro proteso a mo’ di vigile urbano che intima l’alt. Quindi, al grido di "eeeeesci da questo corpooooo!" l’officiante preme il pulsante rosso di scarica. Il corpo della vittima si inarca, colpito da duecento kilojoule di elettricità. La manovra dovrebbe servire ad allontanare per sempre il maligno, ma non sempre riesce… Però se per caso la vittima è cosciente, la cosa fa abbastanza male…

Annunci