Ci crederete? Oggi pomeriggio ero in turno con Angelo, quello che porta sfiga, ricordate?
Ebbene, siamo usciti CINQUE volte, di cui due in rosso, tra l’altro in contemporanea, nel senso che la Centrale ci ha dato entrambi i servizi con una singola telefonata, e abbiamo dovuto buttar su un equipaggio temporaneo per poterli svolgere entrambi.
Ma la scena più bella in assoluto è stata quella in occasione dell’ultima uscita.
Eravamo appena rientrati da un altro servizio, e scherzavamo con Angelo sul fatto che fare i turni con lui è, da un lato, ingestibile, ma dall’altro molto istruttivo per chi deve fare addestramento. Così i due ragazzi che addestravo io hanno chiesto ad Angelo di poterli far uscire ancora, che avevano ancora voglia di muoversi. E Angelo fa: “ma sì, dai, adesso chiamano ancora, e fate un giallino”.
Sono sicuro che non ci crederete. Eppure è così.
Non aveva nemmeno finito di parlare, quando è squillato il telefono.
Ed era ovviamente un giallo, una ragazzina colpita in testa dalla palla da softball.
Non ho parole.
Se Dio esiste, allora ha assunto le sembianze di Angelo, per fare il bello e il cattivo tempo nel comprensorio della Pubblica di Collecchio, Sala e Felino.
“Dio”, “Angelo”… mah!

Annunci