Ho appena finito di vedere A proposito di Schmidt, con un impagabile Jack Nicholson.
Devo ancora “digerirlo”, meditarci su, e non me la sento di dare un giudizio. Sicuramente è un film che fa riflettere molto, e appunto ho bisogno di riflettere.


Oggi il turno è stato ancora più massacrante di quello di lunedì: tre codici 2 (di cui due traumatici: un incidente di gioco e un incidente stradale) e un cardiologico, e un codice 1 ginecologico (donna incinta al terzo mese). Risultato: dalle 14:55 alle 19:40 circa siamo sempre stati in ballo: al momento del rientro, il tempo di bere un bicchier d’acqua e ripristinare gli strumenti e i materiali utilizzati sull’ambulanza, e via!
Ah, una cosa: se dovesse capitarvi di farvi male nei dintorni di Collecchio – Sala – Felino, provate a informarvi se per caso in quel momento in Pubblica c’è in turno un signore che si chiama Angelo, alto, magro, con l’aspetto da gufo… Se c’è, sappiate che potete fargli causa tranquillamente, perché PORTA UNA SFIGA DA PAURA. Tutte le volte che lui passa di là, squilla il telefono della centrale (oggi è rimasto in ufficio comando quasi tutto il pomeriggio; lunedì era semplicemente in turno con noi; e ieri mattina era in turno, e han fatto un codice 4, paziente deceduto…). Non è uno scherzo!

Annunci